Due parole di buonsenso (si spera) sul sesso…

Il sesso è una valvola di sfogo incredibile, forse la migliore. Battiato cantava: “voglio fare un autodafé dei miei innamoramenti. Voglio praticare il sesso senza sentimenti”. Il sesso è sempre un rischio. Non solo dal punto di vista sierologico (basta prendere le precauzioni). Anche il sesso occasionale ha degli effetti. La sessualità libera totalmente non esiste, almeno qui da noi, nella nostra società. Il sesso è sempre una scommessa a uno o più livelli. Il sesso senza complicazioni non esiste. Ci sono sempre dei risvolti, delle problematiche annesse e connesse, delle conseguenze. Dopo aver fatto sesso si finisce sempre per pagare pegno sempre a qualcosa o a qualcuno/a. Il sesso fine a sé stesso non esiste. Un tempo il sesso senza sentimento si chiamava sesso senza trasporto. È molto difficile usare un’altra persona e essere usati da un’altra persona in modo totalmente anaffettivo e impersonale. C’è anche chi sostiene che tutto ciò non sia naturale oppure morale oppure addirittura non sia umano. È comunque un atto che è compreso tra le nostre libertà e come tale va rispettato. Ma talvolta viene messo in atto un inganno: la ragazza si concede sessualmente a un ragazzo di cui è innamorata, anche se lui vuole solo divertirsi. Lei cerca l’amore e lui solo il sesso: sono su due piani diversi. Di solito c’è sempre qualcuno tra gli amanti che non si accontenta del sesso soltanto ma vuole una storia seria. È difficile in questi casi godere entrambi e non fare del male interiormente o sentimentalmente a nessuno. Ma fare sesso con un’altra persona, anche quando si tratta solo ed esclusivamente di sesso, significa prendersi carico delle problematiche e della sensibilità altrui, almeno momentaneamente. Se uno va con una prostituta deve rispettare la sua storia e la sua dignità di ragazza madre oppure di studentessa che si vende perché è orfana di padre e deve mantenersi da sola agli studi. Oppure se uno va con una pornostar deve rispettare la sua scelta di donna e prendersi carico della sua solitudine di persona che ha fatto una scelta controcorrente moralmente e che spesso l’ha portata al conflitto con la sua famiglia e con i suoi parenti. Ma spesso c’è poca discrezione quando si fa sesso e allora sia uomini che donne si giocano la loro reputazione per quei pochi minuti di intimità. Il sesso fine a sé stesso non esiste perché ogni uomo è triste dopo il coito e in questa società ancora cristiana la coscienza rimorde (se non rimorde al momento dell’atto, rimorde trent’anni dopo in punto di morte). Ci sono esperienze sessuali che lasciano sensi di colpa e senso di vuoto. Per fare sesso libero bisognerebbe essere persone aperte mentalmente e libere da tutto e da tutti, anche da inganni, remore, illusioni, aspettative. Insomma è molto difficile. Il sesso però è l’attività più piacevole del mondo e della vita. Tutti siamo stati giovani, infoiati, carichi di ormoni, incoscienti. Ognuno ha quindi di imparare sui propri errori (ma forse è meglio non definirli come tali), ha il diritto di trasgredire e di fare le sue cazzate, fino a quando non fa male agli altri.

6 pensieri su “Due parole di buonsenso (si spera) sul sesso…

    1. davidemorellix

      Cara Frida,
      pensa che questa mia riflessione è stata segnalata da qualche mio amico o amica su Facebook. Mi è stato comunicato che viola gli standard della comunità in materia di adeguamento di adulti. Oppure forse è dovuto agli algoritmi. Complimenti per il tuo blog. È molto interessante.

      Piace a 1 persona

      1. Buongiorno Davide, grazie della risposta. Penso che il sesso in tutte le sue forme di espressione è anch’esso quello che ci differenza dagli altri animali. Perché, almeno io lo considero un’altra manifestazione della creatività, di arte e consapevolezza dell’uomo.
        Molto interessante. Ne ho letto anche un’altro paio d’articoli e sono in linea con te.
        Ti ringrazio per i tuoi apprezzamenti in confronto del mio blog. Anch’io vorrei scrivere, senza censura, senza pudore… vai avanti 👍🙏🌷

        "Mi piace"

      2. Vedi, sin dall’inizio ho dissociato il mio blog personale con i social, perché tante volte la gente, soprattutto quella che ti è intorno, non capisce o non è d’accordo con quello che pubblichi. La gente in generale è molto ipocrita e non dimentichiamoci, poi di domenica vanno tutti in chiesa per ” lavare quello che considerano peccati “

        "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...