INAMMISSIBILE SCONFITTA, di Silvia De Angelis

INAMMISSIBILE SCONFITTA

Morde ferocemente lo stinco

sconfinato oltre misura

nel rimbalzo d’una lacerante sconfitta.

Fauci sanguinolente

motivate dal lividore cupo

accendono inaudite morsure

intransigenti al barlume d’uno scacco.

Beffarde ritualità espressive

assiemate a fantocci di crudeltà

nuotano controcorrente in mantelli di rancore

masticando avidi bocconi

nella lingua forsennata.

@Silvia De Angelis

https://deangelisilvia.blogspot.com/

SULL’ABBAINO, di Silvia De Angelis

Inaccessibili varchi

ove sconcerto e amarezza

oltraggiano la sensibile caratura

d’occhi tessuti di capogiri.

Disseccate lacrime

albergano alla foce

d’un pianto penzoloni

inabile tracciare rigagnoli

sull’incarnato uggioso.

Il collante d’esistenza

narra d’un sottovoce caparbio

plausibile battibecco

di forza intima

tenuta in serbo sull’abbaino

@Silvia De Angelis 

L’IMPASTO, di Silvia De Angelis

L’IMPASTO

Fuggente presidio di giorni artificiosi

nell’inconsistenza d’azioni

sulla frenesia che attanaglia.

Postulati e doveri costipanti

la linea dello sguardo

avvolgono evoluzioni di mani instancabili

alla ricerca d’un teorema convincente.

Inevitabile la vertigine

sull’almanacco del tramonto

ove l’inquietudine d’un raggio rosato

con la sua luce breve

infragilisca il senso dell’impasto…

@Silvia De Angelis

https://deangelisilvia.blogspot.com/

Leggi anche su: https://alessandria.today/

AMICIZIE FINITE, di Silvia De Angelis

S’intraprende stupore

nello scorcio di vedute affini

modellate nell’architettura

di lagune trasparenti.

Ritmano flussi

nei sentori di salsedine sfumata

nella bruma d’incanti e turbamenti.

Riflettono rumori d’aggettivi quotidiani

diluiti nella sagoma di tempie

corrose poi nel tempo

s’azzittiscono mischiate nell’argilla rossa

d’una pronuncia soffocata

dal bagliore d’una stella…

@Silvia De Angelis

Leggi anche: https://alessandria.today/

INFINITI INQUIETI, di Silvia De Angelis

Ho messo da parte quella transazione d’amore
sfumandola su pianali di vento uniforme
Salvaguardo ora l’inclinazione dell’anima
dedita a cadute irriguardose
in quel tuo altalenante esigere 
oggettività discordi dal mio encomio passionale
Pone distanza a una dolce visione
da assaporare in un assolo coinvolgente
Se vorrai vivermi nella dimensione
d’uno struggente autunno
sarò foglia sublime che si piega al vento delle tue lusinghe
vacanti nello spazio d’ascolto aperto a infiniti inquieti…
@Silvia De Angelis

UN PRESAGIO DI VITA, di Silvia De Angelis

Amo dissociare

riflessi prestabiliti

d’un silenzio

centellinato

da levità nostalgiche

E in sobrio fruscio

che sperimenti

comparse furtive di fotogrammi

rivivere

il lieve oscillare di foglie

Paiono distese come mani aperte

per afferrare

quell’elisir di vento

appeso a un dolce presagio di vita

che soffochi il letargo muto

d’un implacabile sincopare aguzzino

@Silvia De Angelis

IL GATTO, di Silvia De Angelis

IL GATTO

Un quadrupede in parte misterioso, e dal fascino incredibile, per lo sguardo ammaliante e lo sgattaiolare sinuoso, imprevisto e inafferrabile.

Questi meravigliosi felini dal manto variegato, hanno un rapporto particolare con l’uomo : a volte scontrosi e lontani, altre vicinissimi e vogliosi di coccole e “grattini” sul capo.

La curiosità è parte integrante di questi animali, che amano scrutare l’ambiente che li circonda e captarne ogni rumore e sfumatura.

Cacciatori incredibili di piccole prede, fanno dei balzi enormi per catturarle, anche se poi in realtà non se ne alimentano.

L’indipendenza è una caratteristica del gatto, infatti se non è rilegato in piccoli ambienti casalinghi, girovaga nelle ore del giorno, ma più nella notte per il suo istinto selvatico della caccia.

Con la luce, gli occhi di questi splendidi animali, sono semichiusi, per raggiungere col buio una incredibile rotondità e grandezza, che mette in rilievo la lucentezza del loro sguardo.

Ogni gatto ha una personalità ben precisa, che lo distingue dal coetaneo….alcuni hanno un istinto più aggressivo, e selvaggio, altri un carattere più mansueto e accondiscendente..in ogni

caso questi esemplari sono un’ottima compagnia, soprattutto, per chi è solo, ed ha bisogno di dedicare il proprio pensiero ad un essere vivente…

@Silvia De Angelis 2022

https://deangelisilvia.blogspot.com/

NELL’ULTIMO TRATTO, di Silvia De Angelis

NELL’ULTIMO TRATTO

nelle spire dell’oblìo

si assopiscono disavanzi di arrivi e partenze

informi nella dimensione opaca

messa a tiro da un presente logoro

inabile posare sguardi nel futuro

la falcata stanca

imprime insipidi traguardi

nell’asfalto sbiadito da un calpestìo affaticato

nel fallo del muscolo

boicottato

dall’attesa della tenebra rapace

@Silvia de Angelis

https://deangelisilvia.blogspot.com/

VENTRE D’AMORE, di Silvia De Angelis

Eppur assai mi duole

questa forzata lontananza da te

perché il rumore della tua diversità

insinua sensibili suggestioni

nelle mie debolezze quotidiane

alleggerendo  quel non so che

che s'impone  nella stretta in fondo…

togliendo quasi il respiro

e la voglia di andare.

Sono nei tuoi nodi intransigenti

per ammorbidirne il tiro

e rendere il giro della corda

fluttuante come  il tuo ansimare

quando scivola

sullo squarcio d’attesa

e ascolta con gli occhi

il ventre mio d’amore

@Silvia De Angelis  



 

IRREALE OBIETTIVITA’, di Silvia De Angelis

IRREALE OBIETTIVITA’

Idiomi, scommesse e deterrenze

su palcoscenico di media

nell’oltraggio a semine d’eventi.

Riciclati su ringhiere d’opposte arcate

mietono “fictions” 

su tachicardia d’aorta

in collisione con realtà basculanti

su confini accesi in trampoli di luna

ostentando irreale obiettività

@Silvia De Angelis 2022

https://deangelisilvia.blogspot.com/2022/04/irreale-obiettivita.html

O R A, di Silvia De Angelis

O R A

Mordere l’attimo

sorteggiarne

l’intrinseco significato

Bicchiere pieno

retrogusto intrigante 

Avvolgente notturno

rito

portatore di nuova luce

Slancio

di corpo eretto

orbitante dal perimetro

lancia 

il futuro tempo 

Un pensiero intermittente

invade il marciapiedi

d’un cangiante riflesso 

Dono del presente

irrinunciabile presupposto

@Silvia De Angelis 2010

https://deangelisilvia.blogspot.com/2022/04/o-r-a.html

VIAGGIO  ASTRALE, di Silvia De Angelis

VIAGGIO  ASTRALE, di Silvia De Angelis

Grandinano sogni magenta

nell’inesplorato impatto del buio.

S’impaginano tessiture

e favole astruse

su zoppe leggende

mischiate a focali bugie.

Nell’estuario d’un soffio di fiato

che volge a Oriente

si vive un empirico affresco

nella scansione di sé stessi

uscenti dalla corporeità.

Si destreggia l’aura

su una caduca livrea

fluttuando alla deriva

“di quelle interiora” della coscienza,

scivolate

fatiscenti

su un arcaico sciamanismo…

@Silvia De Angelis

FAVOLA, di Silvia De Angelis

FAVOLA, di Silvia De Angelis

FAVOLA

luna rosata nella sua inclinata curva

si crogiola al buio d’una notte spalancata

silenziosa s’investe d’altere percezioni

provocata dal fascino d’un chiostro

ch’emana soffi di calcedonio

sussulti velati d’ombre cinesi

figurine di carta ritagliate da un palmo deciso

compaiono in una scenografia bislacca

ove l’asfalto vernicia di rosso sampietrini

significati improvvisi rivelano una storia che si ripete

quella del mondo che disfa

per poi rinventare poteri scambiati

se ne conosce il fascino e la noia

fratturati nel silenzio che grida…

@Silvia De Angelis

VIAGGIO ASTRALE, di Silvia De Angelis

VIAGGIO  ASTRALE, Silvia De Angelis

VIAGGIO  ASTRALE

Grandinano sogni magenta

nell’inesplorato impatto del buio.

S’impaginano tessiture

e favole astruse

su zoppe leggende

mischiate a focali bugie.

Nell’estuario d’un soffio di fiato

che volge a Oriente

si vive un empirico affresco

nella scansione di sé stessi

uscenti dalla corporeità.

Si destreggia l’aura

su una caduca livrea

fluttuando alla deriva

“di quelle interiora” della coscienza,

scivolate

fatiscenti

su un arcaico sciamanismo…

@Silvia De Angelis