Lucia Triolo: ricucio

Non voglio barattare la terra
col cielo,
oggetti noti,
disperazioni care,
la fuga della domanda
nel bianco degli occhi.

Ricucio l’ieri e l’oggi col domani
io qui che vivo il prima e il dopo di ogni istante
e a ciò che manca dico: aspetta
e a quel suono che 
mi cerca e 
che fa male di bellezza
non rispondo mai 
perché morrei.

Lascio la ferita aperta,
da lì passa la terra col suo orrore,
col suo amore.
Lo sai vero?

C’è un’innocenza di cui vendicarsi
per questo sono qui.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...