Lei prega ogni sera, Anna Narmi

Lei prega ogni sera

al principio dell’albera

col viso dentro un mantello lontano,

le sue corone dentro la terra

due piccole culle fiorite nell’ombra

di mani minuscole

aperte a grembo;

il più sacro murmure degli acconsento,

che non muta e non cela il profondo pudore

di chi domanda al freddo il buon sole.

Che il cuore sia caverna

o l’asse di una danza

risplende di ginocchia che nutrono l’inverno

e se scrivi ginocchia

o benedetto

stai bisbigliando una sola parola.

Amina Narimi

Immagine Antonella Schiralli

Leggi anche: https://alessandria.today

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...