Libri. ZEROCALCARE: no sleep till Shengal

Recensione di Maurizio Melchiorre

ZEROCALCARE: no sleep till Shengal.

Dopo le strisce sulla pandemia a propaganda e il cartone su netflix, zerocalcare torna in libreria con un libro che a mio parere lo consacra.

Non più drammi adolescenziali dalla sua postazione a Rebibbia ma dopo le riflessioni sul covid ( meravigliosa quella dell’ infermiere che spiega il passaggio da usl a asl e in poche strisce tutto il dramma della nostra sanità dove i malati vanno curati a tariffa ) eccolo tornare ad accendere una luce sul buio che avvolge la cronaca nel Kurdistan.

Dimenticati dai media di tutto il mondo stanno cancellando il popolo curdo .

Calcare racconta il suo viaggio a Shengal città nel territorio iracheno riconquistata dai curdi del pkk alle milizie dell’ Isis e riconsegnata agli Ezidi minoranza a cui le milizie islamiche l’ avevano sottratta.

Nel fumetto con molta delicatezza conosciamo i tragici fatti del 2014 quando l’ isis si impossesso’ della regione sterminando o rendendo schiavi gli abitanti, l’ intervento delle truppe del pkk , la decisione di tante donne di combattere ( prima per cultura era una cosa inimmaginabile) , la partecipazione attiva degli Ezidi nelle file dei combattenti , la formazione di uno stato democratico dove la partecipazione femminile è totale, per ogni carica c’è un uomo e una donna, e soprattutto gli attacchi che quotidianamente subiscono da Irak e Turchia che non hanno assolutamente voglia di riconoscere questa esperienza democratica .

Le matite di Alberto Madrigal contribuiscono a rendere l’ atmosfera più cupa perché siamo davanti alla tragedia di un popolo , il cui destino si compie nell’ indifferenza occidentale.

Non so quanto un fumetto possa attirare l’ attenzione ma credo che chiunque, dopo averlo letto ,vedrà con un occhio diverso la cartina del medio oriente.

Da leggere.

https://www.facebook.com/groups/523172937735959

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...