Il colore della poesia. Iris G. D

Capita che,

ti passano accanto perfetti sconosciuti,

che vorresti conoscere.

Improvvisamente un occasione persa!

Vorresti corrergli dietro,

toccare la sua spalla,

dirgli follemente

– Ehi sono io, non mi riconosci!

Il mio cuore si è bloccato per un attimo,

e poi eccolo qui, a battere come un tamburo! –

Non ci riconosciamo tutti,

non tutte le anime lo sanno fare,

ed eccoci soli ad aspettare che qualcuni ci riconosca.

Il desiderio irresistibile di qualcosa che possa far ricordare!

Una carezza, la fioritura dei mandorli,

la penombra delle ninfe dei sogni,

l’ambra, sandalo odoroso,

in quale luogo, non ricordo!

La panchina di dura pietra,

grida azzurre nel cielo appariscente..

Ho le mani ferme a mezz’aria, ali senza corpo, destinate a cadere.

E il loro destino di solitudine.

Un istantanea in bianco e nero,

un attimo per potersi riconoscere,

perchè l’attimo dopo è già lontano. Iris G. DM

Potrebbe essere un contenuto artistico raffigurante 1 persona e fiore

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...