HORTI SALLUSTIANI, di Silvia De Angelis

Alessandria today @ Social Media Manager. Pier Carlo Lava

HORTI SALLUSTIANI



GLI HORTI

Gli horti romani erano ricche domus dotate di un grande giardino, costruite entro la cerchia urbana, ma in aree suburbane, come dire in periferia. Erano un luogo di otium, come le ville di campagna, in cui era possibile vivere isolati e nella tranquillità, ma senza allontanarsi dalla città.

RICOSTRUZIONE DEGLI HORTI DI SALLUSTIO

La parte più importante degli horti era la vegetazione, spesso foggiata in forme geometriche o animali, secondo l’ars topiaria, quell’arte creata dai giardinieri romani che darà luogo più tardi al giardino all’italiana e al giardino aalla francese.

Tra il verde si trovavano padiglioni, porticati per passeggiare al riparo dal sole o dalla pioggia, fontane, terme, tempietti e statue, spesso repliche di originali greche.

Il primo ad averne l’idea fu Lucullo, che si fece costruire una lussuosa dimora sul colle del Pincio, imitato subito dopo da Sallustio.

Gli Horti Sallustiani, tra i più grandi…

View original post 1.517 altre parole

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...