Dolcemente selvaggia, di Maria Rosa Cugudda

Dolcemente selvaggia, di Maria Rosa Cugudda

Dolcemente selvaggia

Per te, Isola sarda

da sempre sfruttata,

al par mio

da sempre emigrata,

geme il cuore.

Eri trasparenza

quiete e splendore,

oggi immeritata 

sofferenza.

Di nascosto

amata Terra mia

ti hanno invasa.

T”han sporcata

sfruttata

ed infettata.

Ed ora  denigrata…

Le mie amare

calde lacrime

son tutte e 

solamente per te,

Sardegna dolcemente

selvaggia!

© Maria rosa Cugudda

Ph. Personale

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...