Eppure accade : solo 30 euro per il kit on line che permette di diventare madre,Gabriella Paci

(Arezzo)

Una bella ragazza di Londra di 25anni,Bailey Ennis , ha deciso che era l’ora di diventare madre. Non aveva un boy friend ma non per questo voleva rinunciare al suo sogno di maternità. Detto e fatto ha acquistato on –line niente meno che un kit per l’inseminazione artificiale al prezzo di una pizza,dato che lo ha pagato solo 25 sterline,ovvero 30 euro!

Che acquistare on line sia diventata una abitudine e che si possano fare acquisti convenienti non stupisce più nessuno ma che si possa addirittura acquistare il necessario per una inseminazione artificiale e fare autonomamente tutto da sole è davvero superare una barriera finora esistente.

Eppure è quello che sostiene di aver fatto Bailey Ennis, che sarebbe rimasta incinta grazie a questo kit e allo sperma di un donatore che viveva poco distante da casa sua. Il giornale inglese Daily Mirror riporta la notizia che la giovane,lesbica e pertanto senza la volontà di avere un contatto fisico con un uomo,  ha deciso di acquistare il kit su internet – contenitori, siringa, test per sapere il momento dell’ovulazione –e che nel settembre 2021, ha  preso contatto con il donatore.

Al primo tentativo, in cui è stata aiutata dal donatore di seme, suo vicino di casa, la ragazza è rimasta incinta e il 2 luglio scorso ha dato alla luce un maschietto a cui ha dato nome Lorenzo.

La giovane e il piccolo stanno bene e Bailey ha detto di essere felice di essere mamma,desiderio che aveva fin da ragazzina ,quando ha anche capito di essere lesbica.

Usando un sito che registra i donatori di seme,la ragazza ha trovato un donatore affidabile che aveva già donato il seme a due coppie e cosi’dopo averlo contattato su whatsapp e aver bevuto un caffè si sono accordati. Se vorrà altri figli, lo contatterà di nuovo, cosicchè Lorenzo  potrà avere dei fratelli .

L’opinione pubblica si divide tra chi trova immorale poter gestire la vita con un acquisto on line con il “fai da te” e mettere al  mondo un figlio senza una famiglia di base e chi invece ritiene che tale scelta non sia da condannare in quanto dettata da amore per la vita, mentre alcune ragazze mettono al mondo figli magari indesiderati e  con incontri occasionali .

Qual è la giusta opinione? Fatto è che sempre di più il concetto di autonomia,anche affettiva si sta facendo strada ,come pure quello della manipolazione genetica e questi sono due rischi ai quali bisogna stare molto  attenti .

Bailey Ennis con il piccolo Lorenzo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...