Occit’amo arriva domani in Valle Po con passeggiata musicale e laboratori per famiglie

Occit’amo continua il suo tour nelle vallate del cuneese e, da mercoledì 3 a domenica 7 agosto, sarà nelle Valli Po, Bronda e Infernotto
Domani, mercoledì 3 agosto, si inizia alle ore 10, a Crissolo dalla partenza della seggiovia con “Montagnaterapia”, una passeggiata musicale in compagnia del Consorzio Monviso Solidale con Flavia Barale e Silvia Mattiauda.
Alle ore 14.30 la Fabbrica dei Suoni ritorna con la proposta dedicata a famiglie con bambini in età compresa tra i 6 e i 10 anni. Un’ora in compagnia del gioco che racconta le Terres Monviso, insieme a operatori che sapranno far ridere, insegnare, far giocare, con il territorio che sta tutt’intorno al Re di Pietra. Ingresso gratuito. Prenotazioni al numero 0175/567840 (interno 1).
Sabato 6 agosto alle ore 10.30, per Occit’amo Festival, a Bagnolo Piemonte presso il Santuario Maria Vergine Assunta (via della Pineta, fr. Montoso) si esibisce “Laura Parodi Trio” che da una vita si dedica allo studio e alla riproposta del repertorio vocale ligure e norditaliano. Presenta un itinerario di canti legati alla tradizione della cultura ligure, dove si racconta di viaggi, di amori, di inganni e di speranze accompagnato da balli. Laura Parodi è una delle ospiti femminili con cui Occit’amo si mette in viaggio lungo lo Stivale attraverso i brani della tradizione popolare.
Alle 21.30, dalla collaborazione tra Borgate dal Vivo e Occit’amo, a Paesana presso il cortile Fonti Acqua Eva interviene Hervè Barmasse. L’alpinista e scrittore presenta il suo libro “Oltre l’orizzonte”. “L’estremo orizzonte è la parte più lontana a cui può giungere il nostro sguardo. Ma se con immaginazione e creatività proviamo ad andare oltre, riusciremo a dare forma ai nostri sogni, raggiungere i nostri obiettivi, affrontare le sfide che ci propone la nostra esistenza pur sapendo che potremmo anche fallire”. È seguendo questo mantra che Hervé, alpinista e scrittore, ha improntato la sua vita, istintivamente rivolta alla scoperta e all’avventura in montagna. Nelle conferenze di Hervé non si trova la scontata esaltazione di un campione dell’estremo, piuttosto cosa si nasconde dietro l’attività dell’alpinismo, dove il coraggio delle decisioni è sempre intrecciato con la fragilità e la paura; in parete come nella vita. Ingresso in prevendita 10 euro. Prenotazioni online su Vivaticket.
Domenica 7 agosto alle ore 10, Occit’amo Festival organizza a Crissolo presso il Rifugio dell’Aquila, “Passeggiata e Bal d’Istà Occitano” con Simonetta Baudino, maestra di ghironda e organetto diatonico, Giuseppe Quattromini e i loro allievi che offriranno un appuntamento musicale imperdibile ai piedi del Monviso.
Alle ore 15.30, con il Polo del Legno e il tavolo Giovani del festival, a Paesana in frazione Agliasco, c’è “Parlando di bosco”, un solo evento per tre appuntamenti tra musica, confronto e performance.
Alle ore 15.30 si inizia con la passeggiata-concerto dei Superbandia, formazione di sei musicisti riuniti per l’occasione che suoneranno all’aria aperta con cornamuse, flauti, percussioni e altri strumenti della tradizione occitana. A seguire sarà proposto un momento di riflessione su tematiche legate al bosco insieme a Lucio Vaira e Nicholas Sabena nell’ambito del progetto Greenchainsaw4life, finalizzato a gestire i boschi implementando un piano locale integrato per il clima, l’energia e la bioeconomia nelle Valli Po, Bronda e Infernotto. In attesa poi della performance serale sarà possibile prenotare un “cavagnin”, uno spuntino adatto per le escursioni per una cena dai sapori tradizionali firmato dal rifugio Pian Munè (prenotazioni all’indirizzo e-mail segreteria@fondazionebertoni.it entro venerdì 5 agosto).
Alle ore 21 Simone Sims Longo propone il live audiovisivo “Simultanea e astrazioni” con aperitivo nel bosco. “Simultanea e astrazioni” è una performance audiovisiva multicanale che presenta in versione live i brani dell’album pubblicato su Solitunes Records. L’origine del lavoro deriva dal fascino per gli stimoli sonori che ci circondano e che inconsapevolmente creano figure complesse diventando un’esperienza acustica personale. L’intento compositivo scaturisce dalla volontà di creare e controllare delle texture organiche cangianti che combinano suoni naturali e suoni di sintesi. Il video estende le possibilità soniche e si unisce all’audio con una correlazione di visual music creando una nuova dimensione sensoriale. Prodotta con il supporto di Château Éphémère, questa performance vuole essere un momento di confronto proposto dal tavolo Giovani di Occit’Amo festival tra le diverse anime della musica. 
Il calendario completo degli eventi è pubblicato sul sito www.occitamo.it, dove è possibile acquistare i biglietti per gli eventi a pagamento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...