“Marie Curie, una donna, nonostante tutto” di Eleonora Mello

Pubblicato  da culturaoltre14

Il 5 marzo 2020 è uscito nelle sale italiane il film della regista Marie Noelle Marquis:   “Marie Curie”. Quale migliore spunto per parlare ancora una volta di parità di genere? A maggior ragione in vista di un evento così importante come la giornata internazionale della donna, che ricorre l’8 marzo e che, soprattutto quest’anno, rischia di essere surclassata dagli eventi di cronaca e di attualità che purtroppo stanno investendo il nostro paese e la popolazione mondiale. Questo film racconta una Marie a 360 gradi: la scienziata, la donna, la moglie, la madre, l’amante, la sorella. La trama si dipana tra gli anni più turbolenti della vita della scienziata polacca, che vanno dal 1903 anno della vittoria del primo Nobel per la fisica, ricevuto per la scoperta della radioattività, assieme al marito Pierre Curie, al 1911 anno della vittoria del suo secondo Nobel per la chimica, per la scoperta del radio e del polonio. Vediamo anche come, dopo la morte del marito, abbia dovuto lottare ancora di più per affermare le sue abilità, come abbia dovuto farsi strada in un mondo in cui la figura femminile non era accreditata e non era considerata degna di insegnare a menti brillanti come quelle dell’università Sorbona di Parigi, cattedra che riuscirà ad occupare più tardi diventando la prima donna ad insegnare in questa prestigiosa università. Accanto alle difficoltà in ambito lavorativo, il film ci presenta inoltre una visione della vita privata di Marie che, dopo la morte accidentale del marito, con cui aveva un rapporto speciale di complicità dal lato affettivo e lavorativo, intraprende una relazione scandalosa per i giornali dell’epoca con un suo collega Paul Langevin, che le causò un invito a non partecipare alla cerimonia di accettazione del Nobel. Essendo consapevole dei suoi meriti, Marie non prese minimamente in considerazione questa possibilità e decise comunque di partecipare alla cerimonia di accettazione, ripresa in una scena del film che ci regala un discorso ad alto impatto emotivo. Il punto di forza del film e, anche se in pochi momenti, il suo punto debole, è il raccontare il lato umano di questa scienziata, gli sbagli, le tentazioni e l’amore, che fanno di lei una persona prima di tutto, non una donna priva di errori, sempre perfetta nel ruolo di madre, di moglie e di donna come era richiesto dai dettami dell’epoca (e come è velatamente richiesto tuttora) e come viene incarnato dalla sua amica e moglie di Paul che, per rivendicare un matrimonio ormai finito e di facciata, finisce per ledere la sua dignità di essere umano. Perché è questo che noi tutti siamo: esseri umani, persone che con le proprie individualità e con le proprie esigenze meritano gli stessi diritti e doveri. È questo il fulcro di tutto il film e della nostra riflessione: far sì che il mondo ci riconosca i nostri meriti, le nostre abilità, indipendentemente dal nostro sesso, e in maniera più ampia dalla nostra religione, appartenenza etnica e sociale ecc… Marie Curie, straniera lontana dalla sua patria, donna in una comunità di uomini, è di esempio per tutte noi, uno sprone a credere in noi stesse, nelle nostre capacità, a lottare per quello che ci rende libere e a vivere la nostra vita a 360 gradi; solo così potremo contribuire a lasciare alle generazioni future un mondo che noi avremmo voluto vivere nel nostro tempo. Lo dobbiamo a lei, lo dobbiamo alle sole 54 donne che dal 1901 ad oggi hanno vinto il premio Nobel, e lo dobbiamo alle generazioni future per far sì che forse un giorno la festa dell’8 marzo rimanga una commemorazione di eventi molto lontani nel tempo e non drammaticamente attuali.
Eleonora Mello

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...